AVVISO PUBBLICO DI SELEZIONE PER TITOLI AI FINI DELLA FORMAZIONE DI UN ELENCO RILEVATORI PER IL CENSIMENTO PERMANENTE DELLA POPOLAZIONE 2021 E ALTRE INDAGINI ISTAT – COMUNE DI BOFFALORA D’ADDA

PROROGA SCADENZA PRESENTAZIONE DOMANDE 19.06.2021

Data:
27 Maggio 2021

AVVISO PUBBLICO DI SELEZIONE PER TITOLI AI FINI DELLA FORMAZIONE DI UN ELENCO RILEVATORI PER IL CENSIMENTO PERMANENTE DELLA POPOLAZIONE 2021 E ALTRE INDAGINI ISTAT – COMUNE DI BOFFALORA D’ADDA

PROROGA TERMINI DI PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE AL 19.06.2021

IL RESPONSABILE DELL’AREA AMMINISTRATIVA

Visti:

  • Il Piano generale di censimento (PGC) approvato in data 08/10/2020 nel quale si individuano requisiti, modalità, tempi di reclutamento e di formazione per i rilevatori per il Censimento permanente della popolazione 2021 ed i relativi compiti;

  • le circolari Istat con le quali si individuano requisiti, modalità, tempi di reclutamento e di formazione per i rilevatori delle altre indagini statistiche campionarie e/o periodiche, nonché i relativi compiti;

RENDE NOTO

che è indetta selezione pubblica per soli titoli per il conferimento delle funzioni di rilevatore statistico da svolgersi in occasione del censimento permanente della popolazione 2021 nonché per altre indagini statistiche ordinarie e straordinarie che saranno eventualmente richieste dall’ISTAT al Comune di BOFFALORA D’ADDA

 

REQUISITI PER LA PARTECIPAZIONE ALLA SELEZIONE

I requisiti richiesti per la partecipazione alla presente selezione sono:

  1. avere compiuto diciotto anni alla data di scadenza dell’avviso;

  2. cittadinanza italiana oppure cittadinanza di stato membro dell'Unione Europea (U.E.), oppure cittadinanza di uno stato extra U.E. con regolare permesso di soggiorno in corso di validità;

  3. godere dei diritti politici negli Stati di appartenenza;

  4. avere un’ottima conoscenza parlata e scritta della lingua italiana;

  5. non avere riportato condanne penali, non avere procedimenti penali in corso per i quali non sia possibile procedere all’incarico;

  6. essere in possesso del diploma di scuola superiore di secondo grado o titolo di studio equipollente;

  7. saper usare i più diffusi strumenti informatici (PC, Tablet) e possedere adeguate conoscenze informatiche (internet, posta elettronica).

Le circolari ISTAT raccomandano, inoltre, di limitare a casi eccezionali incarichi a rilevatori privi di esperienza in materia di rilevazioni statistiche, e in particolare di effettuazione di interviste. Nel caso in cui dalla verifica della domanda il candidato non risulti in possesso di tale esperienza, l’Unione si riserva di valutare se il curriculum sia comunque adeguato allo svolgimento dell’incarico di rilevatore.

Pur non essendo richieste particolari idoneità, abilitazioni o specifiche caratteristiche individuali, nella selezione dei rilevatori verrà ovviamente presupposta una capacità ed autonomia di spostamento sul territorio, per rendere di fatto possibile l’attività di rilevazione.

Tutti i requisiti dovranno essere posseduti alla data di scadenza del termine utile per la presentazione della domanda di ammissione alla formazione dell’elenco degli aspiranti all’incarico di rilevatore.

PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE

Le domande di ammissione, redatte in carta semplice su apposito modulo allegato al presente avviso firmate dagli interessati, con allegata copia non autenticata di un documento di riconoscimento valido, dovranno essere inviate:

  • tramite posta elettronica certificata all’indirizzo: unione.oltreaddalodigiano@pec.regione.lombardia.it;

  • tramite mail all’indirizzo: info@unioneoltreaddalodigiano.it

  • direttamente agli uffici comunali o per posta raccomandata A/R all'Unione di Comuni Lombarda Oltre Adda Lodigiano, presso Comune di Boffalora d’Adda – Via Umberto I, 30 – 26811 Boffalora d’Adda (LO), entro e non oltre il   giorno  19 GIUGNO  2021. Il termine è perentorio e non sono ammesse eccezioni. Non farà fede il timbro dell’ufficio postale accettante nel caso di spedizione tramite servizio postale. Le domande presentate o pervenute dopo il giorno di scadenza, anche se recanti il timbro postale con data antecedente non saranno prese in considerazione.

La domanda dovrà essere presentata in busta chiusa con la dicitura sulla busta “CONTIENE DOMANDA PER SELEZIONE RILEVATORI ISTAT COMUNE DI BOFFALORA D’ADDA”.

Nella domanda gli aspiranti devono dichiarare sotto la propria responsabilità, nelle forme di cui al DPR 445/2000 secondo quanto indicato nell'allegato schema di domanda;

La domanda di ammissione dovrà essere firmata dall’interessato, pena l’esclusione dalla Selezione.

Lo Schema di domanda è scaricabile dal sito internet istituzionale: www.unioneoltreaddalodigiano.it oppure www.comune.boffaloradadda.lo.it

Gli aspiranti rilevatori non sono tenuti ad allegare alcuna documentazione relativa ai requisiti di ammissione e di altri titoli posseduti, i quali si intendono autocertificati nella domanda ammissione con firma in calce alla stessa.

L’Amministrazione si riserva in ogni momento la facoltà di procedere alla verifica delle dichiarazioni presentate dai candidati.

Ferme restando le sanzioni penali previste dall’art. 76 del D.P.R. del 28.12.2000 n. 445 qualora da controlli emerga la non veridicità della dichiarazione resa dal concorrente, ai sensi dell’art. 75 dello stesso D.P.R. n. 445/2000, il medesimo decade dai benefici eventualmente conseguiti al provvedimento emanato sulla base della dichiarazione non veritiera.

L’Amministrazione non si assume alcuna responsabilità in caso di dispersione di comunicazioni dipendenti da inesatte indicazioni del domicilio o del recapito da parte del candidato oppure da mancata o tardiva comunicazione del cambiamento di domicilio o del recapito indicato nella domanda, né per eventuali disguidi postali o telegrafici o comunque imputabili a fatto di terzi, a caso fortuito o forza maggiore.

COMPITI DEI RILEVATORI

I principali compiti dei rilevatori sono così riassunti nel Piano generale di Censimento e nelle circolari ISTAT:

  • partecipare agli incontri formativi e completare tutti i moduli formativi predisposti da Istat e accessibili tramite apposita piattaforma web;

  • gestire quotidianamente, mediante uso del Sistema di gestione delle indagini predisposto dall’Istat (SGI), il diario relativo al campione di indirizzi per la rilevazione areale e di unità di rilevazione per la rilevazione da lista loro assegnati;

  • effettuare le operazioni di rilevazione dell’indagine Areale relativamente alle sezioni di Censimento/indirizzi assegnati;

  • effettuare le interviste alle unità della rilevazione da Lista non rispondenti tramite altro canale,

tenendo conto degli orari di presenza dei componenti nell’alloggio e fornendo loro informazioni su finalità e natura obbligatoria della rilevazione;

  • segnalare al responsabile dell'UCC eventuali violazioni dell'obbligo di risposta ai fini dell'avvio della procedura sanzionatoria di cui all'art.11 del D.LGS 6 settembre 1989, n. 322 e successive modificazioni;

  • svolgere ogni altro compito loro affidato dal responsabile dell'UCC o dal coordinatore e inerente.

Nell’espletamento dei compiti suddetti i rilevatori sono tenuti al rispetto della normativa in materia di protezione dei dati personali e si devono attenere a quanto stabilito e previsto dal “Manuale di rilevazione” che sarà loro fornito dall’Istat al momento della formazione. I rilevatori sono vincolati al segreto statistico ai sensi dell’art. 8 del D.LGS. 6 settembre 1989, n. 322 e sono soggetti, in quanto incaricati di un pubblico servizio, al divieto di cui all’art. 326 del codice penale. Il rilevatore le cui inadempienze pregiudichino il buon andamento delle operazioni censuarie potrà essere sollevato dall’incarico.

FORMAZIONE DELL’ELENCO PER TITOLI

Per la formazione dell’elenco si procederà, tra coloro che sono in possesso dei requisiti previsti al punto 1, alla valutazione dei titoli posseduti sulla base del punteggio dei titoli di studio e degli eventuali altri titoli, secondo i criteri sotto riportati.

A parità di punti, i candidati verranno elencati nell’elenco in ordine crescente di età, in analogia a quanto previsto dall’art. 3, comma 7, della Legge 127/97, come modificato dall’art. 2, comma 9 della Legge 191/98.

Il punteggio massimo attribuito ai titoli è di 30 punti e viene ripartito come di seguito specificato:

  1. diploma di scuola secondaria di secondo grado (massimo punti 15):

    • valutazione da 36/60 a 39/60 e da 60/100 a 65/100 = punti 8;

    • valutazione da 40/60 a 45/60 e da 66/100 a 75/100 = punti 10;

    • valutazione da 46/60 a 54/60 e da 76/100 a 90/100 = punti 12;

    • valutazione da 55/60 a 60/60 e da 91/100 a 100/100 = punti 15

  1. titoli di studio universitari (massimo punti 5):

    • Laurea Specialistica (LS), Laurea Magistrale (LM), Diploma di Laurea (DL – vecchio ordinamento) in discipline Statistiche = punti 5;

    • Laurea Triennale (L) in discipline Statistiche, Diploma Universitario di Statistica = punti 4;

    • Laurea Specialistica (LS), Laurea Magistrale (LM), Diploma di Laurea (DL – vecchio ordinamento) in qualsiasi altra disciplina = punti 3;

    • Laurea Triennale (L) in qualsiasi altra disciplina = punti 2;

In caso di possesso di più lauree, anche se di tipologia differente, ne verrà valutata solo una, quella a cui viene attribuito il punteggio maggiore.

  1. incarichi di rilevazioni statistiche eseguite per conto dell’ISTAT (massimo 8 punti)

    • Aver svolto incarico di rilevatore nello scorso Censimento permanente anno 2019, a prescindere dal numero di incarichi svolti = punti 6;

    • Aver svolto incarico di rilevatore per Censimenti della popolazione avvenuti dall’anno 2011 in poi, a prescindere dal numero di incarichi svolti = punti 3 (punteggio non cumulabile con il precedente di punti 6)

    • Aver svolto incarico di rilevatore per altre indagini ISTAT = punti 2

  2. Residenza nel Comune di Boffalora d’Adda = punti 2

 

VALIDITÀ E SCORRIMENTO DELL’ELENCO

L’elenco ha validità di tre anni dalla data di pubblicazione e sarà utilizzato dall’Unione per il Censimento permanente della Popolazione anno 2021 nonché per altre indagini statistiche ordinarie e straordinarie che saranno eventualmente richieste al Comune di Boffalora d’Adda dall’ISTAT, salvo eventuali modifiche ai requisiti di accesso o ai criteri di valutazione dei titoli dovute a nuove leggi o a nuove disposizioni dell’ISTAT o a mutate esigenze dell’Ufficio.

Saranno da considerarsi cause di revoca dall’incarico di rilevatore e di cancellazione dall’ elenco:

    • esecuzione delle rilevazioni affidate a cura di soggetti diversi dall’incaricato;

    • aver compiuto, durante l’espletamento dell’incarico, gravi inadempienze e/o inosservanze che abbiano pregiudicato il buon andamento delle operazioni di rilevazione;

    • istanza scritta di rinunzia del rilevatore.

Lo scorrimento dell’elenco prevede di contattare i rilevatori partendo sempre dal primo che non sia già impegnato in altra rilevazione, per verificarne la disponibilità.

L’inserimento in elenco non determina alcun diritto ad incarichi.

 

COMPENSI E NATURA DEL CONTRATTO

L’attività dei rilevatori statistici si configura come incarico di lavoro autonomo di tipo occasionale e non ha alcun vincolo di subordinazione. Il conferimento dell'incarico non comporta in nessun modo la costituzione di un rapporto di pubblico impiego.

L'ammontare del compenso lordo da corrispondere ai rilevatori statistici incaricati è commisurato alla natura della rilevazione e al numero e al tipo di unità rilevate correttamente, secondo quanto stabilito dall'ISTAT e dall’Unione.

L'entità del compenso, di volta in volta, definita dall'ISTAT o comunque determinata sulle indicazioni della stessa in relazione alla tipologia di indagine, verrà comunicata al momento dell'affidamento dell'incarico. Il compenso sarà soggetto alle trattenute dovute in base alle leggi vigenti. L'importo da corrispondere sarà omnicomprensivo di qualsiasi eventuale spesa sostenuta dai rilevatori per lo svolgimento della loro attività sul territorio e non ci potranno essere richieste di rimborso.

Il pagamento sarà corrisposto dopo l'accreditamento dei corrispondenti fondi ISTAT all’Unione. La mancata esecuzione dell'incarico non dà diritto ad alcun compenso, come pure l'interruzione dello stesso se non per gravi e comprovati motivi, nel qual caso saranno remunerati solo i questionari/unità regolarmente compilati e consegnati.

Il rilevatore, al conferimento dell’incarico, sarà tenuto preliminarmente alla sottoscrizione di un atto di accettazione e di un disciplinare delle attività connesse, si impegnerà ad effettuare per intero la quota di indagine a lui affidata, secondo le istruzioni impartite e parteciperà a tutte le riunioni indette dagli Uffici competenti, inerenti le attività di formazione e aggiornamento.

TUTELA DELLA RISERVATEZZA E DEL SEGRETO STATISTICO 

I rilevatori sono vincolati al segreto d’ufficio ed al segreto statistico ai sensi degli artt. 8 e 9 del D.LGS. n. 322/89 (norme sul Sistema statistico nazionale e sulla riorganizzazione dell’Istituto nazionale di statistica) e successive modifiche; sono altresì soggetti alla normativa in materia di protezione dei dati personali secondo quanto disposto dal D.LGS. N. 196/2003 (Codice in materia di protezione dei dati personali) e dal codice di deontologia e di buona condotta per il trattamento dei dati personali a scopi statistici e di ricerca scientifica effettuati nell’ambito del Sistema Statistico Nazionale (SISTAN). I rilevatori sono inoltre soggetti, in quanto incaricati di un pubblico servizio, al divieto di cui all'art. 326 del codice penale (Rivelazione ed utilizzazione di segreti d’ufficio). 

TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI

I dati contenuti nella domanda e nei documenti consegnati per l’incarico saranno trattati nel rispetto della vigente normativa in materia di protezione dei dati personali secondo quanto disposto dal d.lgs. n.196/2003 (codice in materia di protezione dei dati personali), Regolamento UE n. 2016/679 e dal codice di deontologia e di buona condotta per il trattamento dei dati personali a scopi statistici e di ricerca scientifica effettuati nell'ambito del sistema statistico nazionale (SISTAN). I rilevatori sono inoltre soggetti, in quanto incaricati di un pubblico servizio, al divieto di cui all'articolo 326 del codice. Il candidato, sottoscrivendo la domanda, esprime il proprio consenso al trattamento dei dati personali che saranno trattati in conformità al D.LGS 196/2003, al Regolamento Europeo sulla Privacy 2016/679, GDPR - General Data Protection Regulation ed all’informativa ai sensi degli artt. 13-14 del GDPR 2016/679.

INDIRIZZO PER LE COMUNICAZIONI

Il soggetto inserito nell’elenco deve comunicare tempestivamente ogni eventuale variazione di indirizzo per le relative comunicazioni.

L’Amministrazione non assume alcune responsabilità in caso di dispersione di comunicazioni dipendenti da inesatte indicazioni del domicilio o del recapito da parte del candidato oppure da mancata o tardiva comunicazione del cambiamento di domicilio o del recapito indicato nella domanda, né per eventuali disguidi postali o telegrafici o comunque imputabili a fatto di terzi, a caso fortuito o forza maggiore.

DISPOSIZIONI FINALI

     L’Amministrazione avrà cura di garantire parità e pari opportunità tra uomini e donne, sia per l’accesso al lavoro che per il trattamento economico, ai sensi del D.LGS. n. 198      del 11/04/2006 e dell’art. 7 del D.LGS. 165/01.  Copia integrale del bando e fac-simile di domanda saranno pubblicati sul sito Internet dell’UNIONE DI COMUNI     LOMBARDA OLTRE ADDA LODIGIANO all’indirizzo (www.unioneoltreaddalodigiano.it) e sul sito istituzionale del COMUNE DI BOFFALORA D’ADDA           (www.comune.boffaloradadda.lo.it) nonché all’albo pretorio telematico. Per quanto non previsto dal presente bando trovano applicazione le norme legislative, regolamentari e    contrattuali vigenti in materia.

 

   RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO

   Il responsabile del procedimento è Marzia Francesca Negri.

   Per informazioni e approfondimenti contattare l'ufficio segreteria al n. 0371/60013 (int. 6) - info@unioneoltreaddalodigiano.it

 

    Addì, 10.06.2021

                                                                                             Il Responsabile dell’Area Amministrativa

                                                                                                  

Ultimo aggiornamento

Martedi 15 Giugno 2021