Immagine non trovata

DI SEGUITO SONO RIPORTATI:

 

  • SINTESI DELLA “NUOVA IMU 2020”
  • ELENCO DELLE RIDUZIONI ED ESENZIONI IN VIGORE PER IL 2020

 

NELLA SEZIONE “ALLEGATI” SONO RIPORTATI:

 

  • LE ALIQUOTE DA UTILIZZARE PER IL CALCOLO DELL’ACCONTO (quelle del 2019 IMU+TASI)
  • IL CALCOLATORE IMU

 

 

 

NUOVA IMU 2020

 

A partire dal 1^ Gennaio 2020 l’Imposta Municipale Propria (IMU) è disciplinata dalla L. 160 del 27/12/2019 (Legge di Bilancio 2020), commi dal 738 al 783 - .

La nuova normativa ha introdotto alcune novità. Si riportano in sintesi le più importanti, rinviando alla lettura della norma per una corretta applicazione del tributo.

 

 

  • ABOLIZIONE DELLA TASI (Tassa sui servizi Indivisibili) introdotta nel 2014

 

  • VERSAMENTI: In sede di prima applicazione dell’imposta i versamenti devono essere eseguiti come segue:

 

  • 1^ RATA - entro il 16 Giugno 2020

Pari alla metà di quanto versato a titolo di IMU+TASI per il 2019

 

  • 2^ RATA – entro il 16 Dicembre 2020

A conguaglio sulla base delle nuove aliquote che verranno deliberate per il 2020

 

  • TERMINE PRESENTAZIONE DICHIARAZIONE: la dichiarazione IMU va presentata entro il 30 giugno dell’anno successivo a quello in cui il possesso ha avuto inizio o sono intervenute variazioni rilevanti ai fini della determinazione dell’imposta.

(Viene ripristinato al 30 giugno il termine che era stato spostato al 31 dicembre dal D.L. n. 34/2019)

 

  • FABBRICATI RURALI AD USO STRUMENTALE E I BENI MERCE: tornano ad essere soggetti ad IMU (a meno che il comune deliberi un’aliquota a zero). A decorrere dal 1° gennaio 2022 i beni merce torneranno per legge esenti dall’IMU.

 

  • AREA PERTINENZIALE DI FABBRICATO: viene precisato che l’area pertinenziale (e quindi non autonoma area imponibile) è solamente quella che costituisce pertinenza del fabbricato esclusivamente a fini urbanistici ed è accatastata unitariamente a quest’ultimo.

 

  • FABBRICATI COLLABENTI: sono quelli accatastati nella Cat. F2. Pagano l’IMU come area edificabile. Devono presentare la denuncia per dichiararne il valore.

 

  • AREA FABBRICABILE CON DESTINAZIONE AGRICOLA: se un’area edificabile è coltivata direttamente da un CD o IAP, solo questi soggetti possono considerare l’area come terreno agricolo e quindi esente da IMU. Tuttavia, dal 2020, altri eventuali comproprietari che non hanno la qualifica di CD o IAP devono pagare come area edificabile sulla base del valore venale in comune commercio dei suoli edificabili.

 

 

  • ESENZIONI E RIDUZIONI D’IMPOSTA: vengono riproposte per la maggior parte le agevolazioni e le riduzioni d’imposta già previste nel precedente quadro normativo, con alcune variazioni. Si segnalano in particolare le seguenti variazioni:

 

  1. AIRE pensionati all’estero. Per tali soggetti non è più riconosciuta l’assimilazione ad abitazione principale di una abitazione in Italia non locata né concessa in comodato.

    (Tale assimilazione prevista a partire dal 2015 non è stata riproposta)

 

  1. Abitazione assegnata al genitore affidatario dei figli. Per l’assimilazione ad abitazione principale non si fa più riferimento all’abitazione coniugale, bensì alla casa familiare. A fronte di un provvedimento del giudice di assegnazione dell’abitazione, quindi, si costituisce ai fini IMU il diritto di abitazione in capo al genitore affidatario dei figli. Dalla lettura della norma si evince, altresì, che il diritto di abitazione non si costituisce nel caso in cui non vi siano figli minori affidati

 

 

L’Ufficio tributi dell’Unione è a disposizione per ogni domanda, chiarimento e approfondimento.

 

UFFICIO TRIBUTI – IMU

c/o Sede Municipale di Crespiatica – via Roma 23

E mail Rosanna.bona@unioneoltreaddalodigiano.it

Tel. 0371484109 int. 4

 

 

 

 

 

 

IMU 2020 

RIEPILOGO PRINCIPALI ESENZIONI E AGEVOLAZIONI 

 

                                                       

A partire dal 1^ Gennaio 2020 l’Imposta Municipale Propria (IMU) è disciplinata dalla Legge di Bilancio 2020  (L. 160 del 27/12/2019)

 

 

 

ABITAZIONE PRINCIPALE    (Art. 1 - comma 740)

 

 

ABITAZIONE PRINCIPALE

E RELATIVE PERTINENZE

 

 

 ESENTE        (tranne le Categorie catastali  A1-A8-A9)

 

Per le categorie soggette a IMU si applica la detrazione deliberata dal

Comune

 

  

 

ASSIMILAZIONE AD ABITAZIONE PRINCIPALE (Art. 16 Regolamento sez. IMU)  

 

 

UNITA’ IMMOBILIARE POSSEDUTA DA

ANZIANI CHE HANNO ACQUISITO LA

RESIDENZA IN ISTITUTO DI RICOVERO

 

 

 

ESENTE    

 A condizione che non sia locata od occupata

 

 

 

 

 

ASSIMILAZIONE AD ABITAZIONE PRINCIPALE (Art. 1 - comma 741 – lett. c)

(1)

UNITA’ IMMOBILIARI APPARTENENTI A

COOPERATIVE EDILIZIE A PROPRIETA’

INDIVISA ADIBITE AD ABITAZIONE

PRINCIPALE DEI SOCI ASSEGNATARI

 

 

 

 

 

 

ESENTE    

 

NON SI APPLICA L’IMU A TUTTE LE CASISTICHE DI ASSIMILAZIONE

INDICATE IN QUESTA SEZIONE (da 1 a 5)

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

(2)

UNITA’ IMMOBILIARI APPARTENENTI A

COOPERATIVE EDILIZIE A PROPRIETA’

INDIVISA DESTINATI A STUDENTI

UNIVERSITARI SOCI ASSEGNATARI (anche

in assenza di residenza anagrafica)

 

(3)

FABBRICATI DI CIVILE ABITAZIONE

DESTINATI AD ALLOGGI SOCIALI  (come

definiti dal decreto Ministero Infrastrutture 22

aprile 2008 (in allegato) PURCHE’ ADIBITI AD

ABITAZIONE PRINCIPALE

 

(4)

CASA CONIUGALE ASSEGNATA AL

GENITORE AFFIDATARIO DEI FIGLI A

SEGUITO DI PROVVEDIMENTO DEL

GIUDICE

 

(5)

UNICO IMMOBILE POSSEDUTO (E NON

CONCESSO IN LOCAZIONE) DAL

PERSONALE DELLE FORZE ARMATE IN SERVIZIO PERMANENTE

 

 ALTRI IMMOBILI – ESENZIONI E RIDUZIONI    

 

 

ALLOGGI REGOLARMENTE ASSEGNATI

DAGLI IACP O DA ENTI DI EDILIZIA

RESIDENZIALE PUBBLICA AVENTI LE

STESSE FINALITA’ DEGLI IACP 

(Istituiti ai sensi dell’art. 93 del DPR 616/1977)

 

 

(Art. 1, comma 749)

 

APPLICAZIONE ALIQUOTA ORDINARIA

 E DETRAZIONE PREVISTA PER L’ABITAZIONE PRINCIPALE

(quelli non assegnati pagano l’IMU piena)

 

NB: Gli alloggi IACP destinati ad alloggi sociali secondo il DM 22/2008 sono esenti

 

 

 

TERRENI AGRICOLI A CONDUZIONE

DIRETTA

 

 

 

(Art. 1, comma 758)

 

ESENTI   

SE DI PROPRIETA’ E CONDOTTI DA COLDIVATORI DIRETTI ED IMPRENDITORI AGRICOLI PROFESSIONALI 

 

 

  1. FABBRICATI DI INTERESSE STORICO O 

    ARTISTICO

 

  1. FABBRICATI INAGIBILI O INABITABILI

 

  1. IMMOBILI CONCESSI IN COMODATO 

    D’USO

 

 

(Art. 1, comma 747)

 

RIDUZIONE BASE IMPOBILE DEL 50%

 

N.B. Per le fattispecie b) e c) la normativa prevede rigidi requisiti. Si consigli attenta verifica della sussistenza degli stessi prima di procedere

all’abbattimento del 50%

 

IMMOBILI LOCATI A CANONE CONCORDATO

Di cui alla L. 431/1998

 

             

(Art. 1, comma 760)

RIDUZIONE DELL’IMU DEL 25%

 

 



  

Ultimo aggiornamento

Lunedi 25 Maggio 2020

Modulistica

Modulistica
Leggi di più